Sesso ruvido

Mi eccita guardare immagini/gif/video di sesso “ruvido”, violento, forte. Quello che in inglese si chiama rough sex e che non so come tradurre.
Però una cosa che non sopporto è guardare in faccia le donne di questi immagini/gif/video. Perché più spesso che no hanno smorfie di dolore. E vedere che fa loro male mi raffredda ogni eccitazione; di più, mi fa sentire a disagio, come se fossi complice del dolore che soffrono.
A nulla mi vale cercare di rassicurarmi dicendomi che magari sono espressioni fatte apposta, per mantenere il gioco del finto stupro. Voglio dire: nel medesimo contesto a me piace ed eccita fare finta che non voglio.
Lo stesso dicasi per immagini/gif/video bdsm. Guardo le tizie frustate, torturate eccetera con quelle facce rattrapite e mi passa la voglia. Ma accidenti, anch’io in sessione faccio la stessa faccia, perché certo che fa male, ma mi piace!

Non mi capisco.

Forse è che nella maggior parte dei film porno standard alle donne coinvolte effettivamente il sesso che fanno non piace, e guardandole in faccia si vede eccome – e questo giustamente mi smonta.
Ma forse è anche che, temendo ancora che i miei desideri kinky siano sbagliati, mi martirizzo cercando di sentirmi orribile perché trovo eccitanti certe cose.