Randagità

Come si coniuga un animo randagio con un cuore innamorato?
La mia fedeltà non è meno fedele, se anche il mio spirito mi porta lontano. Se desidero viaggiare e tutto il mio essere canta solo quando visita un altrove, i miei sentimenti non sono meno onesti.

Si glorifica la rinuncia per amore; ma una rinuncia rimane tale per qualsiasi motivo venga fatta, e con essa permangono il rammarico e il rimpianto.

Così mi barcameno tra un compromesso e un altro, tra un bacio e un biglietto del treno, tra il divano e la bici, tra una quiete e una tempesta, tra un porto sicuro e un mare in burrasca. E in entrambi i momenti il mio cuore anela sempre a ciò che non ha in quell’istante; godo di ciò che ho e subito mi dispiaccio per ciò che mi manca. A casa sospiro il mare, in mare sospiro casa. Perché appartengo ad entrambi allo stesso modo, con amore parimenti intenso.

Non ho da implorare perdono di nulla, perché le mie azioni non sono condotte da malanimo o cattiveria, ma dalla mia stessa natura interiore; ed ho smesso di chiedere scusa per essere chi sono.