Scegliere chi servire

Ormai da un mese lavoro gratis. Bene, mi sono rotta.
E’ nel mio carattere essere molto disponibile, propensa a soddisfare e anche compiacere gli altri, dare tutto ciò che posso al meglio che posso. Sentirmi dire “brava” è una delle cose che amo di più.
Ultimamente, però, mi sono accorta che tutto questo è splendido all’interno di un rapporto consensuale di dominazione e sottomissione, un po’ meno nella vita quotidiana e soprattutto lavorativa. Ovvero: queste caratteristiche del mio carattere mi danno gioia se le attivo in un ambito D/s, se invece me ne faccio prendere la mano nella quotidianità finisco per farmi manipolare.
Il bdsm non è solo un bel gioco, per me. Mi riempie fino al colmo della mia anima, mi innesta forza fino al midollo. Ciò che ora vivo da slave mi soddisfa nelle mie esigenze di servire, e mi dona la consapevolezza necessaria a scansare gli sfruttatori. Quindi basta lavorare gratis.
Servo solo chi SCELGO di servire.