Cabrini

“Prendi  ad esempio Cabrini: Cabrini era un giocatore mediocre. Ma mentre gli altri calciatori si allenavano un’ora e mezza, lui si allenava sei ore al giorno. Così è arrivato in Nazionale, pur essendo un giocatore mediocre”.
Fisso il mio capo con sguardo vacuo mentre mi dice queste cose. Il calcio non mi interessa, inoltre lui ha 15 anni più di me. Non ho idea di chi sia Cabrini (dopo lo cerco su wikipedia, penso), ma lo stesso annuisco, aspettando di vedere dove voglia andare a parare.
“Questo dimostra che con una forte volontà si possa ottenere qualunque cosa. Io non sono un genio, sono una persona mediocre; quello che fa la differenza tra me e un vero mediocre è che io ho una volontà di ferro. Tu – e si rivolge a me con quei suoi occhi grigioverdi penetranti e spiritati – tu non sei affatto mediocre. Ma ti manca la volontà”.
Tamburella sul tavolo; aspetto che aggiunga qualcosa, ma ha concluso. Raccolgo il notes e ci scambiamo formalità e saluti: la riunione è finita.
Mentre torno al mio ufficio rifletto che non ha tutti i torti.
Se voglio, posso; posso, devo solo volerlo abbastanza forte.

image

Nuda

Credits: Whips, Chains & Duct Tape - on facebook

Credits: Whips, Chains & Duct Tape – on facebook

“E’ facile togliersi i vestiti e fare sesso; la gente lo fa di continuo. Ma aprire l’anima a qualcuno, permettergli di entrare dentro il tuo spirito, i tuoi pensieri, le tue paure, il tuo futuro, le tue speranze e i tuoi sogni… quello è essere nuda”

Quello è il modo in cui desidero essere nuda. Il modo in cui desidero essere messa a nudo. Che mi venga scoperta l’anima, che mi si rivolti il dentro di fuori.
Per poter essere accarezzata non solo sulla superifice più esterna della pelle, ma fino dentro la mia essenza più vera.