Ai piedi

Quando sono ai piedi del mio Padrone, senza fare nulla, con solo la Sua presenza accanto, magari la Sua mano sulla testa, in quel momento sento di avere sul viso un’espressione serena, tranquilla. Sono pacificata.
Mi sento bene, al mio posto; non desidero nulla, non ho fame, non ho sete. Non voglio andare da un’altra parte.
Nella mia vita di tutti i giorni anelo sempre a qualcosa di diverso: se sto leggendo penso che vorrei stare facendo ginnastica, se sono in palestra penso che vorrei stare mangiando, se sono a tavola penso che vorrei stare sul divano con un buon libro. Eccetera.
Non apprezzo l’attimo; sono sempre irrequieta, in cerca di altro, frustrata perché non posso fare tutto contemporaneamente e perché non mi godo quello che sto facendo in quel momento.
Tranne che quando sono ai piedi del Padrone.
Lì, la mia volontà è obliterata. Non ho più desideri miei: attendo i Suoi.

Annunci