Sbarco in Normandia

Combatto contro le mie paure una lotta senza quartiere, giorno per giorno, minuto dopo minuto, senza tregua.
Combatto per la consapevolezza del mio diritto a essere felice – non per il mio diritto a essere felice, quello non può essere in discussione, deve esistere ed essere reale. Ma me ne manca la consapevolezza e vivo come se non esistesse.
Ogni volta che mi avvicino al bunker, che sto per rubare la bandiera, che sono vicinissima alla meta, sotto i piedi mi esplode una mina di terrore.
Attacchi di panico, di ansia, paura di ammalarmi, di far soffrire chi amo, di qualsiasi cosa. Le mie paure giocano sporco, colpiscono alle spalle, sotto la cintura; colpo basso dopo colpo basso minano le mie difese, mi convincono che non ci sia speranza di vittoria.
Ma tremano. Sono loro ora ad avere paura. Perché la mina esplode ogni volta più vicina alla meta. Esplode, sì, mi ributta indietro, sì, ma ogni volta raggiungo una postazione migliore, riparto da più vicino; guadagno terreno. La consapevolezza si fa più vicina, e con essa la possibilità, che finalmente potrò concedermi, di vivere appieno il mio diritto ad essere felice.
Questo sbarco in Normandia mi sembra ancora una follia. Ma non posso, non voglio più rimandare una soluzione a questa guerra che si è protratta troppo a lungo. E’ il momento di condurre l’assalto finale e liberarmi.
Non sono sola in questa battaglia.
Grazie Maestro.
Annunci

3 commenti

  1. Paure.

    Piccole subdole ragnatele nemmeno le vedo, nemmeno le sento. Mi rallentano sempre di più e ancora non le percepisco.Ci sono poi Quei Momenti dove una Guida mi vede.Mi vede non come essere che occupa uno spazio fisico: mi vede proprio, come se fossi trasparente, come se fossi di cristallo. La Sua bambola di cristallo e mi strappa le ragnatele di dosso, mi strappa le difese, mi strappa carne, ossa, pelle. Strappa tutto.Poi, con calma, ricuce e io mi riverso in me, più libera. Respiro :)Sai cos'è? E' quello che dici tu, non ci riconosciamo il diritto ad esser felici. Io, per quel che mi riguarda, qualche volta, nemmeno quello ad esistere. Poi si che diventa una bomba che ti esplode tra le mani.Però una via d'uscita c'è sempre.Un bacione e un abbraccio. In bocca al lupo per il tuo percorso :)Fraise

  2. Io ti vedo missPietro

  3. Fraise è anche qui eheheheheheehehe.

    Ciao Cara ho un blog che trale altre cose parla di Bdsm, oddio di sesso in generale e quello un particolare, vienimi a fare visita, se ti piace casomai ci scambiamo i link.

    http://master-e-slave.blogspot.com/

    Ciao da Cavalier Amaranto


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.