Dedicata al mio Padrone

Ho sollevato la mia marea nella ricerca di una spiaggia su cui gettarmi a riposare.
Ho lasciato che il mio cuore si gonfiasse e coprisse gli scogli delle coste che mi venivano incontro, che mi si offrivano fingendosi accoglienti. Le mie stesse emozioni in piena mascheravano le asperità e mi illudevano.
E quando andavo a frangere i miei flutti, mi schiantavo sulle rocce aguzze, tagliandomi; ferita risaccavo e allora mi apparivano tetri gli scogli, che mi accusavano di non essere stata abbastanza in piena da superarli, da smussarli.
Era colpa mia la presenza dei rift, delle barriere frangiflutti di cemento; questo mi veniva detto. Anche se quando arrivavo le trovavo già lì, anche se mi gettavo con tutta me stessa in piena per scagliarmici oltre, sempre mi respingevano accusatorie.
Finché non ho seguito umiliata la mia risacca. Sono tornata indietro in me stessa, respinta. Ho lasciato le coste, credendo di non esserne degna. Mi sono gonfiata negli abissi al largo, ritirandomi.
Sciabordando ho lambito altre coste, timorosa. Stavolta no, non mi ci sarei slanciata, no, sarei rimasta bassa marea, trattenuta e rancorosa.
Ho trovato sabbia bianca e corallo. Barriere leggere che si lasciavano accarezzare dalle mie onde; possenti, immense, ma profonde e placide, non innalzate sopra il livello del mare a ergersi contro.
Un poco alla volta ho lasciato che la mia marea crescesse e tornasse a fidarsi e, infine, a frangersi in piena su quella spiaggia; e la spiaggia ha accolto i miei flutti feroci e salati, mi si è distesa davanti e mi ha lasciata stendermi, aprirmi, a perdita d’occhio; mi ha permesso di rilasciare la potenza del mio cuore in piena senza ostacolarmi.
Ora pacifica mi ritiro indugiando, lasciando conchiglie come doni preziosi; mi rilasso nel ritmo naturale della mia marea, senza più sentirmi in colpa di essere oceano.

Lascia un commento

Al momento, non c'è nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.